MENU


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I Corpi invisibili del Uomo.


Sul frontone del tempio di Delfi, uno dei templi più sacri dell’antica Grecia stava scritto :
"Conosci te stesso e conoscerai l’universo e gli dei."
Questa frase sintetizza, nella migliore tradizione ermetica, la più alta conoscenza; in sostanza asserisce che per comprendere l’esistenza nella sua globalità dobbiamo prima di tutto conoscere noi stessi. L’uomo racchiude in se tutti gli elementi visibili e invisibili dell’universo, è composto dagli stessi elementi materiali ed è animato dalle stesse energie sottili.

Molte persone ritengono che le uniche realtà esistenti siano l’universo fisico ed il corpo materiale, in quanto possono essere esaminati dai nostri sensi e compresi dalla nostra mente. Secondo le scuole esoteriche e la tradizione spirituale che i mistici di ogni religione ci hanno lasciato in eredità, gli esseri viventi posseggono diversi corpi ognuno dei quali ha caratteristiche e frequenze vibratorie proprie. Se l’occhio di un sensitivo osservasse un essere umano, percepirebbe facilmente diverse strutture energetiche e flussi di energia di varie forme e colori sia intorno che dentro il corpo umano note come corpi sottili.





Corpi sottili dell’uomo.


I corpi sottili non sono separati tra di loro ma si compenetrano l’un l’altro; quelli con maggiore energia avvolgono e compenetrano quelli con frequenze più basse pur mantenendo ciascuno la propria frequenza di vibrazione.


Come il corpo attraverso la pelle è in grado di ricevere sensazioni (caldo, freddo, ruvido, liscio) allo stesso modo tramite i corpi sottili è in grado di ricevere sensazioni sottili.


Corpo Fisico



Il primo e il più interno e anche più denso, è il corpo visibile. La sua vibrazione è basa e lenta e i nostri occhi fisici sono in grado di vederlo. Rappresenta la frequenza più bassa di manifestazione dell’ energia ( è l’unico ad essere materiale).


Corpo Eterico

Il corpo eterico si estende per qualche centimetro oltre la superfice della pelle. E il corpo vitale che circonda il corpo fisico. E' il fattore di coesione che tiene uniti gli atomi, è anche il suo campo magnetico, la sua matrice energetica, il suo stampo. Platone diceva che le forme preesistono alla materia e qui in un certo senso abbiamo una forma sottile che è la matrice del corpo fisico. Il corpo eterico è come una rete di linee luminose in continuo movimento, una rete intelligente che dirige la materia organica ed è quella che viene considerata nell’agopuntura. Aura eterica di una foglia Esso svolge due funzioni principali importantissime per la vita del nostro corpo fisico:

1. Assorbe il prana, o vitalità, per mezzo dei chakra
2. Funge da ponte fra corpo fisico e corpo astrale trasmettendo la coscienza dei contatti sensoriali fisici. Inoltre è l’anello di congiunzione tra il cervello e la coscienza superiore.



I vari traumi possono provocare dei blocchi energetici, che impediscono lo svolgimento di questi funzioni. Essendo la matrice della vita, non può essere separato dal corpo fisico senza gravi rischi per la salute dell’uomo. Nel momento della morte esso si separa definitivamente dal fisico, il quale si disgrega in breve tempo, mentre la coscienza si ritira nel corpo astrale.


Corpo Astrale

Il corpo successivo, a contatto con il corpo eterico, è il corpo astrale. Nel corpo astrale noi viviamo la nostra natura emozionale. Per suo tramite possiamo provare amore, odio, gioia, dolore, compassione, paura, coraggio.

Ogni emozione a lungo trattenuta lascia una sorta di impronta permanente nel corpo astrale, una specie di condizionamento, che rende più semplice e automatica la ripetizione della stessa emozione. Attiriamo e siamo influenzati da quelli forme di pensiero e influssi astrali con cui ci troviamo in risonanza. Noi non possiamo attirare nulla dal mondo astrale se non sia già in qualche misura presente all’ interno del nostro corpo astrale. La sostanza che incorporiamo nel corpo astrale viene infatti selezionata e qualificata in relazione alle emozioni, desideri e passioni che albergano in noi. Fino a quando il corpo astrale ha ancora dei desideri non realizzati non può morire.

Le problematiche emotive non risolti ( blocchi emotivi ) condizioneranno la sua prossima incarnazione. Una sfera astrale armonicamente completa vibrante alla sua massima frequenza acquista la miracolosa capacità di realizzare tutto ciò che desidera.



Corpo Mentale

Sede delle funzioni superiori della coscienza. Ogni nostro pensiero, idea e percezione sia razionale che intuitiva deriva dal corpo mentale. La funzione di base del corpo mentale è quella di trovare soluzioni razionali ai vari problemi, ma il fine per il quale è stato preposto consiste nel reperire le verità universali derivanti dal piano spirituale ed armonizzare con la mente razionale.

Quando formuliamo un pensiero creiamo, con la nostra mente, una forma energetica, però la maggior parte delle forme pensiero incorpora anche materia astrale in funzione delle emozioni che associamo al nostro pensiero. Quando l’energia del piano mentale è stata organizzata da un’idea che si ripete nel tempo, diventa una “forma pensiero”, tende a perdurare nel tempo e si imprime nei “Registri Akascici”, una specie di memoria universale, creando dei blocchi mentali, che condizioneranno la prossima incarnazione. Il corpo mentale è la centrale del nostro potere creativo.


Corpo Causale

Raccoglie, vita dopo vita, le varie esperienze compiute (cause) per generare gli effetti più adatti affinché, nella vita presente, possiamo imparare le varie lezioni. Questo meccanismo assume il nome di Legge del Karma, o Legge di causa ed effetto. E' una forma di memoria che permane tra una vita e l’altra, raccogliendo tutte le esperienze di ogni vita.


Memorie Akashiche

E' una vibrazione energetica in grado di mantenere la registrazione dei ricordi nel tempo, e forma un archivio dove tutto è registrato. Questo serbatoio di memorie contiene qualunque pensiero, emozione, e percezione sui quali ci siamo soffermati durante la nostra esistenza evolutiva. Anche i pianeti come Terra hanno una loro memoria akashica.

Altre tecniche:

E' un trattamento giapponese, le cui origini risalgono alla medicina cinese. Eseguendo delle pressioni delicate con le dita, i palmi e i gomiti sui percorsi energetici ( meridiani ), si sciolgono le rigidità liberando il flusso dell’energia vitale. I benefici sono immediati: innalzamento dell’energia vitale;più leggerezza nell’affrontare la quotidianità;maggiore consapevolezza della propria fisicità.
Tecnica di pressione delicata e contemporaneamente profonda applicata con le dita su dei punti specifici del corpo, al fine di rilasciare tensioni e armature fisiche e emotive. E' più antica dell’agopuntura e si basa su la ricerca di un buon equilibrio psicofisico e su lo stimolo della Vitalità. Offre una via naturale per gestire gli stress emozionali e fisici della vita. La digitopressione insegna prendere consapevolezza delle proprie emozioni, ascoltarle e permettere loro l’espressione appropriata. Si crea un piacevole rilassamento in qui il ricevente trasferisce la propri consapevolezza dalla testa al resto del corpo, dal razionale alle sensazioni, rilasciando le tensioni muscolari.
Tecnica antica, definita come la proiezione speculare su la pianta del piede di tutta la struttura corporea. Agendo sui punti di riflesso dei piedi si può stimolare il recupero fisiologico o tonificare diverse parti del corpo.
E' un’antica disciplina e tecnica, l’obiettivo di quale è: riequilibrio dell’Energia Vitale Universale,riallineamento dei centri energetici (7 chakra),armonizzazione della mente,rilascio delle tensioni fisiche Attraverso la posizione delle mani, per aiutare a mantenere il corpo in salute e la mente serena.
Corpi Sottili.